Risultati di concorsi
PREMIO TESI DI LAUREA SUL GIORNALISMO:
 
SONO OTTO I VINCITORI SU 255 CONCORRENTI
 
La cerimonia il 25 marzo al Circolo della Stampa in occasione dell'assemblea degli iscritti all'Albo

Milano, 16 marzo 2004. La sesta edizione del Premio alle migliori tesi di laurea sul giornalismo, istituito dal Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, si avvia alla fase conclusiva. Con questa iniziativa, il Consiglio punta a valorizzare il collegamento tra l'Università e la professione giornalistica, ma anche a rilanciare la ricerca sul mondo dei media. La Giuria (formata dai consiglieri dell'Ordine), assistita dai consulenti (giornalisti e professori universitari), si è riunita per individuare gli autori degni di ricevere il riconoscimento. La Giuria (coordinata da Nicola D'Amico e Gianni de Felice) ha preso atto che le tesi, pur di notevole valore, relative alla quinta sezione del Premio (giornalismo telematico), non presentavano elementi tali da costituire la base per una duratura storicizzazione del fenomeno, data anche la sua troppo recente formazione, e ha deciso di raddoppiare i riconoscimenti relativi alla prima sezione (Storia del giornalismo italiano). Ogni vincitore riceverà un assegno di 2.500 euro il 25 marzo al Circolo della Stampa in occasione dell'assemblea (h. 15) degli iscritti all'Albo di Milano. Estratti (di 400 righe) delle tesi premiate (e segnalate) verranno pubblicati su "Tabloid", organo mensile dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia. Hanno partecipato al concorso 255 neolaureati, che hanno discusso le tesi nelle Università italiane (pubbliche e private) nel periodo gennaio-dicembre 2003. Ecco i nomi degli otto vincitori (due sono ex aequo) sezione per sezione:
 
1) Storia del giornalismo italiano, dei suoi interessi e dei suoi protagonisti, anche attraverso le vicende storiche e di costume che lo hanno impegnato.
Vincitori (2.500 euro pro capite):
  • Maria Chiara Merli, Università degli Studi di Torino (Facoltà di Lettere Filosofia). Tesi: "Metro, Leggo e City. La free press in Italia: un fenomeno editoriale dilagante". Relatore: prof. Mimmo Candito
  • Massimo Veneziani, Libera Università Lumsa di Roma (Facoltà di Lettere e Filosofia). Tesi: "Il giornalismo italiano degli anni '70. Le ragioni di una svolta". Relatore: prof. Francesco Malgeri.
2) Storia del giornalismo occidentale.
Vincitore (2.500 euro):
  • Marta Pasuch, Università degli Studi di Trieste (Facoltà di Scienze della Formazione). Tesi: "La retorica della fotografia giornalistica tra allegoria, simbolo, mito. Iraq 2003 nelle foto di El Pais, Corriere della Sera e Le Monde". Relatore: prof. Luciano de Giusti.
Segnalazione:
  • Giovanna Ragaini, Università Cattolica del Sacro Cuore (Facoltà di Lingue e Letterature straniere. Tesi: "Istituzioni totali e informazione: il caso Magazine 2". Relatore: prof. Piermarco Aroldi.
3) Istituzioni della professione giornalistica. La deontologia e l'inquadramento contrattuale dei giornalisti in Italia, in Europa e nel resto del mondo occidentale.
 
Vincitore (2.500 euro):
  • Daniele Memola, Libera Università Lumsa (Facoltà di Lettere e Filosofia). Tesi: "Diritto di cronaca e falsificazione dell'informazione. Fattoidi, bufale e leggende metropolitane". Relatore: prof. Pietro Mazzà.

4) Giornalismo radiotelevisivo.
 
Vincitori ex aequo (1.250 euro pro capite):
  • Roberta Frau, Università degli Studi di Milano Bicocca (Facoltà di Sociologia). Tesi: "La cavalleria leggera dell'informazione. Storia, attualità e prospettive dell'informazione radiofonica in Italia". Relatore: prof. Francesco Abruzzo.
  • Monica Pinna, Università degli Studi di Genova (Facoltà di Scienze della formazione). Tesi: "Euronews. Dieci anni tra missione pubblica e logica commerciale. Crisi e prospettive del canale di informazione europeo". Relatore: prof.ssa Marina Milan.
5) Giornalismo telematico: nessun vincitore.

6) Giornalismo economico e finanziario.
 
Vincitore (2.500 euro):
  • Mattia Mirko Stanzani, Università degli Studi di Milano (Facoltà di Scienze politiche). Tesi: "L'economia italiana attraverso le pagine del Corriere della Sera dal 1963 al 1973". Relatore: prof. Angelo Moioli.
7) Giornalismo culturale, sociale, scientifico, sportivo e di costume.
 
Vincitore (2.500 euro):
  • Paolo Beltramin, Università degli Studi di Padova (Facoltà di Lettere e Filosofia). Tesi: "La bella confusione. La critica cinematografica a Federico Fellini da Lo Sceicco bianco a 8 ". Relatore: prof. Gian Piero Brunetta.